Auto d'epoca, quando?

Nel linguaggio corrente il termine veicolo d'epoca indica un veicolo che, essendo di vecchia generazione (due o più spesso alcuni decenni), ha raggiunto un determinato valore collezionistico.

Dal punto di vista del riconoscimento ufficiale ed ai fini assicurativi, la definizione comune non coincide con quella ufficiale; quella data in Italia e quindi attribuita al termine nella lingua italiana prevede ad esempio un'età minima di vent'anni affinché si possa parlare di auto d'epoca. I regolamenti cambiano da paese a paese.

Si riscontrano in alcuni paesi il termine inventato di oldtimer o simili; tali termini, coniati sull'inglese, non corrispondono affatto all'uso corrente dei vari paesi anglofoni.

Talvolta è inoltre possibile osservare come all'interno di un determinato paese si usino differenti termini per indicare in maniera specifica modelli di vario grado di anzianità, oppure si distingue il valore puramente collezionistico da quello storico

Veicoli d'epoca in alcuni paesi


Per il conteggio degli anni di vita dell'autovettura fa fede l'anno di costruzione e non quello di immatricolazione.

Il concetto di auto d'epoca ha, come detto, una valenza locale, cioè questa definizione è valida solo in Italia, in altri paesi esistono diverse classificazioni per catalogare e definere le "auto antiche" o "auto storiche", ad esempio negli Stati Uniti d'America, il tipo di regolamentazione e categorizzazione è completamente diverso, in quel caso si ha:

  • Vintage car (dal 1910 al 1930)
  • Pre-war, war era, post-war, a seconda che le vetture siano state costruite prima, durante o dopo la seconda guerra mondiale
  • Classic (dal 1950 al 1970)

Per quanto riguarda alcuni altri paesi, valgono i seguenti parametri:

  • In Svizzera il regolamento varia da cantone a cantone. Lo stesso termine italiano auto d'epoca viene utilizzato anche nel canton Ticino in base ai parametri locali.
  • In Germania, dal 2007 è stato introdotto un nuovo regolamento statale Esso prescrive un'immatricolazione avvenuta da almeno trent'anni e un ottimo stato di conservazione.
  • In Austria, al contrario, è decisivo l'anno di costruzione insieme ad uno stato di conservazione accettabile 
  • 30 anni di età, in base ai regolamenti della FIVA, sono previsti in genere in Francia.
  • Nel Regno Unito come negli Stati Uniti la certificazione dei veicoli è basata su vari termini in base al grado di anzianità.
  • Nei Paesi Bassi, dal 1976 la federazione locale ha basato i parametri su un minimo di 25 anni dall'anno di costruzione.


In italia

Le auto possono essere classificate come auto d'epoca se hanno più di 20 anni o più di 30 anni. I vantaggi di un'auto che rientra in una delle due categorie sono molti. Ovviamente se l'automobile ha superato i 30 anni può usufruire di molti più privilegi di un'automobile che ha più di 20 anni ma meno di 30.

Dal punto di vista fiscale, le agevolazioni per le auto di oltre 20 anni sono valide solo se l'automobile è inserita regolarmente nei registri ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI.

L'iscrizione è resa possibile ai modelli di oltre 20 anni d'età e a particolari modelli che non hanno il vincolo degli anni, poiché ritenuti di particolare interesse storico e collezionistico e quindi esenti dal dover dimostrare una certa età.

La procedura per iscriversi all'ASI non è complicata: basta inviare la copia del libretto di circolazione e due fotografie che testimonino la buona conservazione del veicolo. Una volta iscritta l'auto al registro storico si avranno agevolazioni sia in campo assicurativo, le compagnie offrono soluzioni assicurative vantaggiose ed economiche (intorno alle 200 euro), sia per quanto riguarda il bollo che verrà a rappresentare una cifra esigua rispetto a quanto siamo abituati a pagare per un'auto comune (intorno ai 25 euro).

Un'auto storica che supera i 30 anni ed è regolarmente iscritta all'ASI è, invece, del tutto esente dal pagare il bollo.

E' bene precisare che l'iscrizione all'ASI se da un lato comporta questi vantaggi, da un altro potrebbe comportare degli svantaggi:

un'auto iscritta all'ASI deve ogni anno effettuare la revisione (il cui costo è di circa 70 euro), mentre un'auto iscritta ad un'autoclub può usufruire allo stesso modo della riduzione del bollo, può avere agevolazioni assicurative in base al tariffario della compagnia alla quale l'autoclub si appoggia e deve presentare la revisione ogni due anni.

Classificazione del mezzo d'epoca

I mezzi d'epoca a secondo del loro periodo costruttivo, possono essere classificati in vari modi:

  • Antique: veicoli costruiti prima del 1904
  • Veteran: veicoli costruiti dal 1905 al 1918
  • Vintage: veicoli costruiti dal 1919 al 1930
  • Post vintage: veicoli costruiti dal 1931 al 1945
  • Classic: veicoli costruiti dal 1946 al 1971
  • Post classic: Veicoli di particolare interesse storico costruiti da almeno 20 anni
  • Instant classic: Veicoli recenti o recentissimi dalle particolari caratteristiche, considerabili come pezzi da collezione
Rate this blog entry:

Related Posts